Blog

UNA LAUREA.. SENZA INTOPPI!

By 29 Luglio 2019 Settembre 9th, 2019 No Comments

Buon lunedì! Finalmente torno a tenerti compagnia dopo qualche settimana di silenzio.
Come puoi vedere ho trasferito il blog direttamente qui sul sito, così da concentrare tutto in un’unico spazio che secondo me è bellissimo ^_^

Ma torniamo a noi!
Come dicevo prima, sono stata obbligata all’assenza forzata perché sono state settimane davvero piene di lavoro e mi sono dovuta dividere tra fiocchi nascita, album, segnalibri e una commissione che ha messo a dura prova la parte più zen di me: una serie di creazioni per festeggiare una laurea.
Andiamo con ordine..
Qualche mese fa ho iniziato a buttare giù qualche idea per questo evento confrontandomi con i genitori del laureando e dopo esserci accordati su ogni dettaglio, ho contattato la mia fornitrice di fiducia per ordinare tutto il materiale occorrente: da qui il delirio!

Eh sì, mia/o cara/o! Partiamo dal presupposto che non avevamo una data certa dall’università e se non hai la data, non puoi prenotare il locale e se non hai il locale non puoi sapere come allestire e cosa ti consente o meno di fare il proprietario. Faccio un respiro profondo e vado comunque avanti con i preparativi ma.. la carta che mi serviva con urgenza per cominciare a preparare le scatoline porta confetti non era disponibile prima di 1/2 settimane!!! Essendo slittate tutte le tempistiche e dovendo applicare 45 bambini laureati timbrati e colorati a mano, decido di comprare la fustella per velocizzarmi almeno nel taglio: Signore e Signori, la sottoscritta in piena notte evidentemente in coma, ha ordinato la fustella sbagliata e si è dovuta comunque tagliare tutto a mano!!!

Ovviamente la serie di sfortune non si è fermata qui, visto che dopo aver tagliato, montato e decorato le 45 scatoline che dovevano servire agli invitati durante la confettata, mi comunicano che il ristorante non avrebbe più messo a disposizione i tavoli per poterla realizzare. Dopo un attimo di panico ho deciso di presentarle direttamente accanto ad ogni piatto già con i confetti multigusto all’interno.

Per realizzare queste Gift Bag è stata scelta una carta telata color “Ink”, sulla quale è stata appunto applicata la timbrata colorata a mano di un bambino laureato. All’interno ho inserito della carta velina ad uso alimentare per non far andare i confetti a contatto con la carta. Il tutto è stato chiuso con un nastro di raso giallo, poichè è il colore della facoltà di Economia Aziendale.

Oltre ai confetti, la famiglia ha voluto donare ad ogni invitato una bomboniera segnaposto personalizzata con l’iniziale del nome di ciascuno. Anche queste sono create interamente a mano con la polvere di ceramica e dipinte una per una con una mousse color madre perla. Ho anche applicato un nastrino per poterle eventualmente appendere. Per confezionarle ho optato per una semplice bustina trasparente chiusa a sacchetto sempre con il nastro giallo.

Per fare una sorpresa agli ospiti, invece, al momento del sorbetto i camerieri hanno servito nei bicchieri delle cannucce di carta rosse su cui avevo applicato dei tocchi neri

Per finire, ho preparato una torta scenografica per il momento delle foto, da affiancare alla torta vera (che era davvero buona!).

La mia torta riproduce una pila di libri sui quali troneggiano una pergamena e un tocco, mentre sul dorso dei 3 volumi puoi leggere la facoltà di laurea, il nome del festeggiato e la data. L’intera struttura è rivestita in fommy, la pergamena è stata dipinta e lavorata a mano e il cordino del tocco è in cotone da ricamo.

Il post è stato lungo, ti ho voluto raccontare tutti i retroscena senza filtri perchè non è vero che è tutto oro ciò che luccica. Dietro alle mie foto, alle belle descrizioni, ci sono sempre prove, studi e intoppi di ogni genere che in qualche modo rendono unico ogni prodotto!

Credo che questo sia stato uno dei lavori più lunghi e complessi che io abbia mai realizzato, ma nonostante tutti gli intoppi ne vado molto fiera!

E tu che ne pensi? Aspetto i tuoi commenti!

Please follow and like us:
error

Leave a Reply