Mi chiamo Ilaria e da quando ho memoria sono sempre stata attratta dalla creatività: ricordo che passavo le giornate a colorare e ritagliare, o giocare con il pongo e le costruzioni. 
Crescendo ho conosciuto la “pasta sale” e durante il periodo di Natale trascorrevo il tempo a creare oggettini da appendere all’albero o da regalare ai parenti.
Un giorno mi sono ritrovata per caso con in mano un panetto di Fimo e da lì è scoppiato l’amore per la modellazione!
Una pasta duttile, mille sfumature e un’ottima resistenza dopo la cottura mi hanno convinta ad approfondirne la conoscenza cominciando a studiare le paste polimeriche in genere e sperimentare varie tecniche, scoprendo prima una forte inclinazione per la riproduzione di cibi salati e dolci in miniatura (fino a 3mm) da trasformare in bijoux, portachiavi e oggettistica varia.

Incoraggiata da chi mi è accanto e affiancando alle paste polimeriche perle e pietre dure, il 30 giugno 2012 riesco a partecipare al mio primo mercatino in città e nel 2013, avendo necessità di trovare un nome unico e originale per il mio stand, nasce un po’ per gioco NonSonoCaramelle.

Il buon riscontro negli anni a seguire mi ha spronata ad introdurre nuovi materiali come la polvere di ceramica, il fommy e la carta e lo stretto contatto con il pubblico ha dato il via alla creazione di bomboniere e gadget per cerimonie di ogni tipo, continuando comunque a partecipare alla festa patronale cittadina e ai mercatini organizzati da associazioni locali e territoriali.

Nel frattempo la modellazione resta il pilastro della mia creatività e mi avvicino al mondo delle doll e del kawaii.

L’inatteso invito ad eventi di caratura regionale, nazionale ed internazionale (in alcuni casi in qualità di unica esponente dell’artigianato locale) come il Rock’n’Roll Party, Hortus Brindisi – Mostra Mercato dell’Orto e del Giardino (presentato alla BIT di Milano), la tappa italiana annuale del Campionato Mondiale di Motonautica (presentato alla BIT di Milano), la Fiera dell’Artigianato di Campi Salentina (LE) e il Lecce Games & Comics, unito alle commissioni, mi ha portata inevitabilmente a ridurre le partecipazioni ai mercatini, permettendomi allo stesso tempo di usufruire di ampia visibilità.

Il desiderio di condivisione con il maggior numero possibile di appassionati del fatto a mano, ha fatto sì che nascesse questo sito in qualità di vetrina delle mie creazioni.
Ogni lavoro è frutto di studio, prove, sconfitte e vittorie, perchè ogni volta che mi metto all’opera, lo faccio con la convinzione che il mio prodotto artigianale racchiuda, oltre all’unicità della creazione e la giusta dose di amore, anche tutta la dedizione di chi mette una parte di sè in ogni lavoro.